Il Cammino di Carlo Magno che oggi vi presentiamo si snoda interamente in Lombardia, all'interno del perimetro della Val Camonica. Il suo itinerario di 100 chilometri prevede come punto di partenza il paese di Lovere, uno dei Borghi più Belli d’Italia, e termina a Ponte di Legno, località che tramite il Passo del Tonale segna il confine con il Trentino Alto Adige. Il Cammino di Carlo Magno, che prevede un totale di 5 tappe, segue la traccia di una antica leggenda che vogliamo raccontarvi.

Questo itinerario è stato tracciato e ha preso vita grazie all'interessamento e al coinvolgimento di due amici. Nel 2018 Antonio Votino e Andrea Grava, uniti dalla passione per la natura e per i cammini, hanno dato vita a questo progetto con l'intenzione di portare i viandanti in una valle ricca di acqua e di montagne, attraverso un affascinante itinerario che si spinge sulle orme di un imperatore entrato prepotentemente nei libri di storia per la sua grandezza, Carlo Magno.


Cammino di Carlo Magno, il massiccio della Concarena

Il Cammino di Carlo Magno in Val Camonica


La storia ci racconta che Carlo Magno, potente re dei Franchi, scese in Italia dopo avere risposto alle sollecitazioni del pontefice Adriano I, preoccupato per la presenza ingombrante dei Longobardi. Così nel 773 il sovrano si spinse in Pianura Padana, sconfiggendo le truppe del re longobardo Desiderio. Proprio su questo dato storico si innesta una leggenda secondo la quale Carlo Magno sarebbe risalito da Bergamo fino al Tonale, passando in Val Camonica.

Secondo nove manoscritti redatti in lingua latina, il sovrano dei Franchi si sarebbe spinto in questi territori, con al seguito ben sette vescovi ed il papa, conducendo una azione di guerra per favorire la conversione dei potenti di turno. Qui avrebbe  celebrato la vittoria, facendo costruire lungo i territori tra Lovere e Ponte di Legno alcuni edifici di culto tuttora esistenti, convertendo obtorto collo tutti i signori pagani che governavano in questo lembo d'Italia.

Il Cammino di Carlo Magno riprende questa antica leggenda e ripercorre i luoghi che il re dei Franchi avrebbe toccato, partendo proprio da Lovere, il paese che sorge sulle sponde del lago d'Iseo, e risalendo il corso del fiume Oglio.

Di evidenze archeologiche non se ne sono trovate ma il cammino di Carlo Magno traccia un itinerario storico-naturalistico di tutto pregio, 100 chilometri pieni di evidenze archeologiche come le migliaia di incisioni rupestri e i resti dell'antica città romana di Civitas Camunnorum (oggi Cividate Camuno), per passare poi ai borghi, alle pievi , ai castelli. Così è nato questo cammino da sud verso nord, un itinerario storico artistico in grado di fare luce e gettare un faro su questa valle lombarda a nord di Brescia, piena di chiese e antichi centri medievali.


Cammino di Carlo Magno, le tappe

Le tappe del cammino di Carlo Magno


Il cammino di Carlo Magno parte dal piccolo borgo di Lovere e regala subito emozioni a coloro che si mettono in marcia. I camminatori rimarranno piacevolmente stupiti dalla bellezza dei panorami che si aprono di fronte a loro con la bellissima vista sulla sagoma blu del lago d’Iseo e con l'altrettanto interessante punto panoramico  sul corso dell'Oglio e sull'Alto Sebino.

Il percorso comincia a salire costeggiando il lago Moro, un piccolo bacino alpino della Val Camonica posto a 410 metri di altitudine, per poi riscendere di quota attraverso un'area boschiva che porta dritto al piccolo paese di Capo di Lago. Interessante la successiva frazione di Gorzone dove si può ammirare il bel castello del XII secolo. Il primo giorno termina davanti alle Terme di Boario, centro di cura e di benessere già attivo dalla fine del Settecento.

La seconda tappa coincide per un lungo tratto con la ciclovia che si snoda lungo il corso del fiume Oglio. Il percorso del Cammino di Carlo Magno transita inizialmente per il bel borgo di Esine, abbellito dai palazzi nobiliari e dalle chiese e poi prosegue verso il nucleo medievale di Berzo Inferiore, che ospita due edifici sacri di notevole interesse per gli affreschi che custodisce. I viaggiatori avranno modo poi di immergersi nelle atmosfere medievali di Bienno con le sue torri e le sue chiese che si intrecciano alla leggenda medievale del passaggio di Carlo Magno, per giungere poi a Breno con lo straordinario castello e la sagoma del Pizzo Badile.


Il Cammino di Carlo Magno in Val Camonica

Durante il terzo giorno di cammino cambia il paesaggio dinanzi agli occhi dei viandanti. La natura e il territorio che si troveranno ad ammirare diviene di tipo prealpino. Attraverso i boschi si toccheranno aree di eccezionale importanza archeologica, autentici scrigni che raccontano la storia delle genti che hanno vissuto in Val Camonica tra il Paleolitico e l'Età del Ferro.

Si entra in un'area entrata nel novero dei siti Patrimonio dell'Umanità. Le incisioni rupestri di Foppe di Nadro e di Naquane sono un prezioso messaggio che ci racconta la vita, la socialità, le attività di queste persone vissute qui migliaia di anni fa. Su 2000 rocce di arenaria sono stati rinvenuti i tratti, simboli e le rappresentazioni degli usi e costumi delle popolazioni camune. L'interesse storico e quello naturalistico si intrecciano con la verticalità del Pizzo Badile che accompagna i camminatori fino al borgo di Grevo, luogo in cui potranno riposarsi e mangiare qualche buon piatto della tradizione culinaria locale.

Le ultime due tappe del Cammino di Carlo Magno segnano un aumento del dislivello da dovere affrontare, un impegno comunque ripagato dalle belle vedute che l'altezza regala. Il borgo di Edolo, a quota 701 metri, si affaccia sui tremila dell'Adamello e della Presanella. Le vie del centro storico, selciate o lastricate, ricalcano la struttura del borgo medioevale arricchito da palazzi signorili, torri e pievi dalle belle linee.


Cammino di Carlo Magno, la chiesa di San Clemente

Dal paese di Edolo parte l'ultima tappa del Cammino di Carlo Magno che condurrà i viaggiatori  alla meta finale di Ponte di Legno. L'altitudine aumenta e si cammina circondati dalle Alpi in uno scenario davvero straordinario e suggestivo. Le linee dell'Adamello si stagliano in cielo e in questo contesto fatto di silenzio e di natura esuberante si entra a Ponte di Legno, borgo posto all'estremità settentrionale della Valle Camonica. Il paese si trova a pochi chilometri dal Passo del Tonale, che segna il confine tra Lombardia e il Trentino Alto Adige.

Ringraziamo per la gentile concessione delle foto Il Cammino di Carlo Magno.


Il Cammino di Carlo Magno: scheda tecnica


  • INFO BOX

    IL CAMMINO DI CARLO MAGNO

    Il cammino di Carlo Magno traccia un itinerario storico-naturalistico di tutto pregio, con i suoi 100 Km alla scoperta della Val Camonica. Tutte le info e le tappe del cammino.


    • PARTENZA: Lovere

    • ARRIVO: Ponte di Legno

    • LUNGHEZZA: 95 km

    • TAPPE: 5

    • REGIONE: Lombardia

  • LE TAPPE
    TAPPAPARTENZAARRIVODISTANZADISLIVELLO
    1^ tappaLovereDarfo Boario Terme16.8 km↑ 581 m - ↓551 m
    2^ tappaDarfo Boario TermeBreno16.9 km↑ 403 m - ↓ 280 m
    3^ tappaBrenoGrevo17.8 km↑ 720 m - ↓ 553 m
    4^ tappaGrevoEdolo20.2 km↑ 741 m - ↓ 560 m
    5^ tappaEdoloPonte di Legno23.5 km↑ 1247 m - ↓ 685 m
  • INFORMAZIONI UTILI

    Prima di partire per il Cammino di Carlo Magno è sempre bene consultare la pagina ufficiale dell'itinerario, leggendo attentamente le ultime novità nella sezione NEWS.

    Per avere un'idea dei luoghi in cui poter dormire e mangiare e per trovare gli orari e i percorsi dei trasporti pubblici potete scaricare le brochure a disposizione su questa pagina.

  • LA GUIDA

    Il libreria potete trovare la guida intitolata Il Cammino Di Carlo Magno E La Via Valeriana, Edizioni Monte Rosa.

    Al suo interno il libro offre tutte le informazioni utili per organizzare il cammino con un'accurata descrizione di ogni tappa e dettagli su lunghezza, dislivello, profilo altimetrico e grado di difficoltà.

  • LA CREDENZIALE

    Prima di partire ricordatevi di richiedere la credenziale su questa pagina del Cammino di Carlo Magno. La credenziale è il documento di viaggio che vi identifica come viandante e ha lo scopo di certificare il compimento del Cammino. Sarà necessario far apporre i timbri alla fine di ogni tappa  per  ottenere gratuitamente il Testimonium.

  • LE TRACCE GPS

    Chi vuole scaricare le tracce GPS del Cammino di Carlo Magno può trovarle e scaricarle, in formato gpx, su questa pagina.

You cannot copy content of this page