Tra le splendide terre di Abruzzo ed i bei territori del Lazio si snoda un itinerario di fede che lega tra di loro i diversi luoghi conosciuti ed attraversati da un santo, figura spirituale molto venerata in alcuni borghi di queste due regioni. Il Cammino di San Pietro Eremita, questo il nome dell'itinerario, si muove ricalcando i passi di colui che venne soprannominato il cavaliere itinerante, quel Pietro Eremita che si mosse tra i luoghi che oggi appartengono alle province di Roma, Frosinone, Rieti e L'Aquila.

L'intero cammino racchiude al suo interno 3 diversi itinerari che possono essere affrontati anche separatamente dai viandanti. Si tratta di tre percorsi ad anello che seguono la vita del santo nativo di Rocca di Botte (AQ), e si snodano attraverso territori ricchi di panorami e di piccoli centri urbani, poco conosciuti dal turismo e quindi ancora incontaminati.

 


 


Cammino di San Pietro Eremita

La nascita del cammino e la storia di Pietro l'Eremita


Il cammino nasce dal lavoro e dalla passione dell'omonima associazione che ha provveduto a ricucire l'itinerario di fede, unendo i luoghi di vita, di preghiera e di morte del santo, tra i quali occorre citare Rocca di Botte e Trevi nel Lazio. Questi due borghi, allora appartenenti a due stati diversi (Regno delle Due Sicilie e Stato Pontificio), nel tempo hanno intessuto una salda unione ed hanno  stretto un profondo  legame. Basti ricordare che nel 1660 le due comunità si sono legate con un comparatico rituale, una sorta di parentela spirituale fondata proprio sulla consapevolezza di avere avuto un unico antenato, San Pietro appunto.

Per secoli le comunità agro-pastorali dei due territori si sono mosse per incontrarsi e per saldare la loro alleanza, sotto l'egida del santo. Durante i festeggiamenti che si tenevano, le persone si spostavano a piedi, a cavallo o con i muli per rafforzare l'unione dei due centri, ribadendo i legami strettissimi tra le comunità, rapporti fortemente incentrati sull'ospitalità e sull'offerta di un abbondante pranzo. Pietro così ha segnato, con la sua scelta di erranza e di povertà, i destini di questi luoghi unendoli per secoli. Vediamo in breve la sua vita.

Pietro nasce in Abruzzo, a Rocca di Botte, ma non accetta il matrimonio combinato che la famiglia ha scelto per lui e lascia la casa paterna per cercare rifugio a Tivoli. Dopo aver preso i voti si sposta per predicare i passi del Vangelo all'interno di quella diocesi. È così che i borghi di Carsoli, Vallinfreda, Cervara conoscono la sua opera e la sua predicazione. Di lì a poco Pietro decide di proseguire la sua missione evangelica verso sud, raggiungendo Subiaco e Trevi nel Lazio. Qui muore in totale povertà il 30 agosto del 1052 e un secolo e mezzo dopo viene dichiarato santo.


Cammino di San Pietro Eremita: le tappe

Il Cammino di Pietro Eremita: le tappe


Seguendo la vita e i passi del santo, i pellegrini possono immergersi in un territorio davvero suggestivo, entrando in contatto con i luoghi che hanno accolto Pietro dalla nascita alla morte e camminando in terre poco antropizzata. Il primo itinerario percorribile parte proprio da Rocca di Botte (AQ), ed è denominato l'Anello dell'Evangelizzazione.

Si tratta di un percorso di 70 chilometri che ha inizio davanti alla casa del santo e che in appena 6 tappe si inoltra per boschi, raggiungendo il Santuario della Madonna dei Bisognosi (luogo in cui Pietro ha predicato i primi anni di vita). Da qui il cammino prosegue raggiungendo Carsoli (AQ), Collalto Sabino (RI) con il bel castello baronale, Vivaro Romano (RM), Riofreddo (RM), Arsoli (RM) con il castello Massimo per poi fare ritorno a Rocca di Botte.

Da questo primo itinerario ci si può immettere direttamente sul secondo percorso, denominato l'Anello del Comparatico, anch'esso lungo 70 chilometri ma suddiviso in 4 tappe. Questo anello regala splendidi affacci sulla valle dell’Aniene e ha la fortuna di svilupparsi all'interno del Parco Regionale dei Monti Simbruini, la più vasta area protetta del Lazio con i suoi 30.000 ettari. Dal caratteristico borgo arroccato di Cervara di Roma (quota 1053 metri) si ridiscende verso Subiaco (RM) e la Valle dell'Aniene, facendo visita allo splendido santuario di Santa Scolastica e al mirabile Sacro Speco di San Benedetto, entrambi avvolti dai silenzi e dalla profonda spiritualità dei luoghi.


Cammino di San Pietro Eremita: il percorso

Da questo punto si prosegue verso il fiume Aniene e si giunge a Trevi nel Lazio (FR), luogo in cui Pietro ha visto terminare la sua vita nella metà dell'XI secolo. Il borgo, immerso in una verdeggiante natura, si presenta alla vista in tutta la sua bellezza grazie alla presenza imperiosa dell'imponente Castello Caetani ed è protetto dall'antica cinta muraria romana sovrastata da una parte medievale che spicca con le sue torri quadrate e circolari. Tappa obbligata per i viandanti e per i pellegrini che affrontano il cammino è proprio l'Oratorio di San Pietro l’Eremita, sorto alla fine del Seicento sul luogo in cui il santo è morto.

Qui al momento termina il Cammino di San Pietro Eremita ma entro il prossimo anno sarà aperto e fruibile anche il terzo itinerario, quello chiamato Anello dei Miracoli che scende nel Frusinate raggiungendo il paese termale di Fiuggi, la splendida Anagni, Alatri, Guarcino, Filettino e fare nuovamente ritorno a Trevi nel Lazio.


CREDITS IMMAGINI

Ringraziamo l'Associazione del Cammino di San Pietro Eremita per le foto forniteci.


Prima di partire:


Il Cammino di San Pietro Eremita: scheda tecnica


  • INFO BOX

    IL CAMMINO DI SAN PIETRO EREMITA

    Il Cammino di San Pietro Eremita segue i passi del santo tra Abruzzo e Lazio. Tutte le informazioni, le tappe e i consigli per organizzare al meglio il viaggio tra Rocca di Botte e Trevi nel Lazio.


    • PARTENZA: Rocca di Cambio (AQ)

    • ARRIVO: Trevi nel Lazio (FR)

    • LUNGHEZZA: 70 km (Anello dell'Evangelizzazione) - 70 km (Anello del Comparatico)

    • TAPPE: 6 tappe (Anello dell'Evangelizzazione) + 4 tappe (Anello del Comparatico)

    • REGIONI: Lazio, Abruzzo

  • LE TAPPE - ANELLO DELL'EVANGELIZZAZIONE
    TAPPAPARTENZAARRIVO DIFFICOLTÀDISTANZA
    1^ tappaRocca di BotteCarsolimedia15,83 km
    2^ tappaCarsoliTufo di Carsolimedia11,42 km
    3^ tappaTufo di CarsoliCollalto Sabinomedia10,0 km
    4^ tappaCollalto SabinoVivaro Romanomedia15,45 km
    5^ tappaVivaro RomanoArsolimedia11,20 km
    6^ tappaArsoliRocca di Bottemedia6,00 km
  • LE TAPPE - ANELLO DEL COMPARATICO
    TAPPAPARTENZAARRIVODIFFICOLTÀDISTANZA
    1^ tappaArsoliCervara di Romamedia17,0 km
    2^ tappaCervara di RomaSubiacofacile16,5 km
    3^ tappaSubiacoTrevi nel Laziomedia17,43 km
    4^ tappaTrevi nel LazioRocca di Bottealta per lunghezza e tutta in montagna20,0 km
  • INFORMAZIONI UTILI

    Prima di partire lungo i sentieri del Cammino di San Pietro Eremita potete trovare tutte le informazioni utili sul sito ufficiale del cammino.

  • LE TRACCE GPS

    Se state cercando le tracce GPS del cammino, potete scaricarle a questo link.

  • LA CREDENZIALE

    Prima di partire lungo i sentieri del Cammino di San Pietro Eremita ricordatevi di richiedere la credenziale, l'attestato che certifica il vostro status di pellegrino. In questa pagina trovate tutte le informazioni utili per otternerla.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina