In Liguria tutto è possibile, anche trovare un percorso in quota che unisce Alpi ed Appennini, boschi e coste, mare e montagna: l'Alta Via dei Monti Liguri. Mettetevi in viaggio ed attraversate da ovest ad est l'intera regione partendo da Ventimiglia ed arrivando fino a Ceparana. Si parte dalle terre che confinano con la Francia e si giunge in prossimità dell'inizio del territorio toscano. Un viaggio emozionante e affascinante, pieno di emozioni e ricco di suggestioni in 43 tappe.

I 440 chilometri di sentieri e carrarecce sono state riannodate e ricucite dopo il sapiente lavoro svolto agli inizi degli anni Ottanta dal Centro Studi Unioncamere Liguri, dal Cai e dalla Fie. Si è trattato di un incredibile azione di recupero e valorizzazione di antichi tracciati percorsi un tempo dalle genti che scendevano verso Roma e cercavano di ricongiungersi al tratto spezzino della Via Francigena. Mulattiere e sentieri battuti dai pastori sono state unite tra di loro per consentire agli escursionisti una nuova fruizione.


Alta via dei Monti Liguri

Alta Via dei Monti Liguri: in mtb, a piedi o a cavallo

Ma l'Alta Via dei Monti Liguri non è percorribile soltanto a piedi. Ci sono, infatti, ampi tratti da affrontare anche in mtb o a cavallo. La presenza di numerosi tratti montuosi rende appetibile il suo tragitto soprattutto per gli amanti della mountain bike. Se scegliete le due ruote dovete sapere che è stata aperta una via lunga ben 590 chilometri che attraverso i suoi saliscendi ed i lunghi tratti in boschi affronta dislivelli davvero importanti. Una fatica ma anche un divertimento per quanti si mettono in viaggio in bici seguendo i segnali bianco-rossi con la sigla AV che si incontra lungo il cammino.

Gli scorci meravigliosi sul mare che rimane un punto di riferimento costante e sulle cime delle Alpi con il massiccio del Monviso e del monte Rosa sono uno dei punti di forza di questo interessante ed appassionante cammino suddiviso in 43 tappe. La presenza di territori isolati consente ampi spazi di profonda riflessione e di conversazione con se stessi.


Il Parco Antola

Straordinaria Liguria tra Alpi e Appennino

L'Alta Via dei Monti Liguri è uno spaccato della varietà paesaggistica della Liguria con passaggi in quota, attraversamenti di passi montani ed improvvise apparizioni di vallate erbose e ampie praterie. Le altitudini del tracciato variano di molto ed arrivano fino ai 2201  metri del monte Saccarello, massiccio delle Alpi Liguri. Il cammino è un prezioso percorso paesaggistico, storico e culturale. Camminare sul crinale delle montagne, in una sospensione emotiva e geografica, permette di percorrere una  rete incredibile di sentieri con la possibilità di conoscere e visitare luoghi di devozione, santuari, borghi e castelli.

Esistono infatti, molti sentieri di raccordo con l'Alta Via dei Monti Liguri che consentono di spostarsi attraverso i centri dell'entroterra ligure, scoprendo un paesaggio nascosto e silenzioso, un'Italia quasi del tutto sconosciuta dall'alto valore spirituale e naturale. Tanti poi sono i punti di accoglienza lungo il tracciato o fuori di esso. Grazie ad una rete incredibili di sentieri è possibile dormire e mangiare nei borghi vicini al sentiero con una varietà di accoglienza davvero straordinaria.

I camminatori, i bikers e più in generale tutti gli amanti delle attività svolte all'aria aperta potranno contare su un'ospitalità straordinaria ed un'attenzione alle loro esigenze. È possibile organizzare il proprio viaggio in massima sicurezza e trovare alloggi e ristoranti lungo la spina dorsale di questo intenso cammino che attraversa quattro province.

Scoprirete una terra meravigliosa che vi coinvolgerà emotivamente nei suoi panorami, nella ricchezza paesaggistica, nella straordinaria biodiversità. Perché la Liguria non è solo terra di marinai e di pescatori ma custodisce tutta una sua storia più sotterranea. Una storia costituita da un entroterra montano che unisce il settore alpino a quello appenninico, che racconta di antiche vie, di mulattiere andate perdute, di sentieri su cui venivano trasportate le merci.


Parco del Beigua

Alta Via dei Monti Liguri: le tappe, i luoghi, i borghi

Tantissimi sono i luoghi, i paesi ed i paesaggi che si incontrano lungo l'Alta Via dei Monti Liguri. In un susseguirsi serrato di immagini ed emozioni si affrontano esperienze e visioni spettacolari, si passa attraverso una miriade di posti diversi e incredibili attraverso un flusso continuo di foreste, case di sasso, bivacchi, parchi naturali, aromi che rimandano a tempi antichi.

Il lungo viaggio comincia a Ventimiglia, a due passi dalla Francia, e prosegue almeno fino al Colle di Cadibona lungo il tratto più aspro del cammino, quello della parte alpina. Foreste di lecci, aceri e faggi si alternano a uliveti e vigne, colline erbose lasciano spazio ai calcari dolomitici delle montagne più dure. Incredibili e suggestivi gli scorci sul mar Ligure che rasserenano l'animo e conquistano occhi e cuore.

Vi troverete ad affrontare strade e gallerie tracciate lungo un camminamento sospeso nel vuoto. Si tratta di quello che viene chiamato il Sentiero degli Alpini, tracciato tra il 1936 ed il 1938 per scopi militari in funzione anti-francese. Con il suo paesaggio incantato, il gran numero di entità endemiche ed il suo valore storico questo percorso regala rare suggestioni con scorci anche sul Mar Ligure.

Si entra poi nel cuore delle Alpi Liguri con il punto più alto segnato dalla cima del Monte Saccarello e si prosegue accompagnati dagli altri massicci che caratterizzano il panorama. Si attraversano lunghi i tratti boscosi che caratterizzano questo territorio tra i quali occorre ricordare la Faggeta del Melogno.

L'Alta Via dei Monti Liguri continua entrando nell’Appennino e passando accanto a fortificazioni militari dei due secoli passati ed entra poi in parchi naturali e riserve naturalistiche come quelle dell’Adelasia e del Parco del Beigua. Si cammina sfiorando i 1000 metri d’altitudine a pochi chilometri dalla bellissima costa che regala emozionanti affacci sul mare. Ponete attenzione alla natura circostante perché potreste incontrare una famiglia di daini o qualche esemplare di rapace diurno.

Il cammino prosegue in luoghi pieni di storia come le fortezze dell’Appennino ligure, il sacrario e le lapidi poste a ricordo dell’eccidio dei partigiani e le neviere, gli antichi frigoriferi costruiti vicino ai Laghi del Gorzente. In un territorio davvero straordinario, avvolti da calme e pacifiche atmosfere, si entra nel Parco Naturale Regionale dell’Aveto con la sua faggeta, i resti di pavimentazione medievale e i laghetti di origine glaciale del monte Aiona.

L'Alta Via dei Monti Liguri entra quindi in Val di Vara e, dopo avere superato la località Foce dei Tre Confini dove un tempo correva Repubblica di Genova, il Ducato di Parma e il Granducato di Toscana, si osserva il meraviglioso panorama che si allarga sulle Alpi Apuane e sul Golfo dei Poeti. Avvicinandosi a Ceparana, la tappa finale di questo splendido trekking, il percorso torna quasi al livello del mare, e si lasciano i boschi e le montagne che hanno accompagnato l'escursionista in questo lungo viaggio attraverso la Liguria.


L'Alta via dei Monti Liguri: scheda tecnica


  • INFO BOX

    L'ALTA VIA DEI MONTI LIGURI

    Tutte le informazioni, le tappe ed i luoghi toccati dall'Alta via dei Monti Liguri. 440 chilometri di sentieri e carrarecce in Liguria.


    • PARTENZA: Ventimiglia

    • ARRIVO: Ceparana

    • LUNGHEZZA: 440 Km

    • TAPPE: 43

    • REGIONE: Liguria

  • LE TAPPE E LE TRACCE GPS

    Potete trovare tutte le tappe dell'Alta Via dei Monti Liguri e le tracce GPS in formato .kml o .gpx sulla pagina del Cai Liguria.

  • INFORMAZIONI UTILI

    L'Alta Via dei Monti Liguri è percorribile da chiunque?

    L'itinerario offre la possibilità di camminare su sentieri che presentano caratteristiche e difficoltà differenti. Alcune tappe sono più semplici e sono adatte per famiglie con bambini e anziani mentre altre sono più impegnative.

    Qual è il periodo consigliato per percorrere l'Alta Via dei Monti Liguri?

    L'itinerario può essere percorso durante tutti i mesi dell'anno. Meglio evitare però il periodo estivo nei tratti a bassa quota. La variante del Sentiero degli Alpini, soprattutto durante l'inverno, va percorsa con grande attenzione quando la formazione di ghiaccio può rendere molto insidiosi alcuni passaggi.

    Come vengono classificati i sentieri?

    Secondo la classificazione del CAI i sentieri sono suddivisi in base alla tipologia del percorso:

    T itinerario turistico generalmente breve e privo di difficoltà tecniche;
    E itinerario escursionistico privo di difficoltà tecniche ma, normalmente, più lungo e con dislivelli maggiori rispetto a quelli dell'itinerario turistico;
    EE itinerario per escursionisti esperti (sentiero alpinistico) che si sviluppa in zone impervie e con passaggi che richiedono all'escursionista una buona conoscenza della montagna e della tecnica di base oltre ad una specifica attrezzatura;
    EEA itinerario per escursionisti esperti con attrezzatura (via ferrata o via attrezzata) che conduce su pareti rocciose o su creste o cenge aeree preventivamente attrezzate con funi, ponticelli, scale, etc.

    Quale è l'altitudine media dell'Alta Via dei Monti Liguri?

    L'altitudine media oscilla attorno ai 1.000 metri.

    L'Alta Via dei Monti Liguri si può percorrere in bicicletta?

    Sì, ci sono tappe adatte a tutti i tipi di bicicletta, dalla mountain bike alla bici da passeggio. Gli esperti della MTB possono percorrere tutta l'Alta Via, che richiede solo in pochi tratti il trasporto a spalla.

You cannot copy content of this page